Pissavacca – Borgo Valsugana


Scarica

DATI TECNICI “Andata e Ritorno”

Percorso in km: 5 km A/R dalla stazione dei treni di Borgo Valsugana Est fino all’abitato di Olle. Da qui si percorrono ulteriori 6 km A/R fino ad arrivare alla Pissavacca.
Tempo: circa 3 ore totali A/R
Dislivello salita: 270 mt
Dislivello discesa: 270 mt
Note:
è possibile arrivare in bici fino al tornante sotto la cascata, da qui è possibile proseguire solo a piedi. Il percorso è a misura di passeggino fino alla cascata. Porre massima attenzione alla scivolosità della roccia e a non esporsi troppo per pericolo di caduta in quanto non ci sono staccionate.

PERCHE’ SCEGLIERE QUESTO PERCORSO?

Un percorso che ci porta dove migliaia di anni fa c’era il mare, l’ultimo mare del Trentino. Affioramenti di spiaggia dove è possibile trovare anche fossili.

COME RAGGIUNGERE IL PUNTO DI PARTENZA

Dalla stazione dei treni di Borgo Valsugana Est o dalla ciclabile della Valsugana seguire il torrente Moggio seguendo la bretella ciclabile fino alla frazione di Olle. Si può partire anche dal Bicigrill di Castelnuovo salendo la strada che ci porta in Loc. Spagolle.

DESCRIZIONE DEL PERCORSO

Giunti a Olle si svolta a sinistra su Via Vincenzo Molinari fino a giungere nella Piazza del paese. Da qui percorrere tutta via San Bartolomeo e Via Pozzi dove giunti in prossimità di una stalla sulla destra dovete continuare a salire su strada asfaltata fino a giungere nei pressi della cascata. Continuare ancora un po’ e al terzo tornante sulla sinistra c’è un sentiero che ci fa giungere sopra la cascata. Porre molta attenzione alla scivolosità della roccia e a non esporsi troppo per pericolo di caduta. Non ci sono staccionate! Dopo aver osservato le piccole cascate e l’erosione millenaria salire nel versante opposto e si giunge sopra le cascate su un pianoro fra due grandi briglie. Da qui si sale per un ripido tratto e si giunge su strada bianca che vi porterà in Loc. Sopra Salmo, dove, passate le case si scende su strada bianca per due tornanti che vi farà tornare alla base della cascata grande. Il ritorno lo si intraprende poi percorrendo la via dell’andata.

“Merita fermarsi anche per una visita al museo soggetto montagna donna di Olle.”